Fabrizio Pia  - Allevamento intensivo

L’umana razza, si distingue dalle molteplici specie animali, per la caratteristica “spirituale” e per la consapevolezza dell’IO – quale – “unico” per la specie terrestre.
 

L’umana natura, tuttavia, pur essendo una specie “avanzata” nel pensiero, nella tecnologia, e in diversi campi, manifesta “l’animalità” nel vivere quotidiano.

Questo dipinto vuole mettere in risalto, appunto, con il colore celeste “l’animale” Homo Sapiens Sapiens, come un essere “spirituale”, che ciò nonostante, “alleva, uccide e mangia”.

Le figure umane sono ritratte allo stato “brado” ingrassati, con la testa china, in segno di “sofferenza ed umiliazione” che si perpetra  sull’animale “allevato” in modo barbaro, senza mani, perché incapaci di difendersi e porre fine alla bestialità subita.

Con questo dipinto si mette in evidenza, infine, un’attività che viene considerata “normale”  - forse - dai molti, ma che prendendo “coscienza” della brutalità commessa a danno degli animali, appare non degna dell’umana natura, in quanto specie più avanzata, e quindi più responsabile, almeno così dovrebbe essere…

 
Olio su tela / 80 x 60 / Anno 2013
Pagina Artista  / 
fprz@live.it
 /