PAGINA DELL'ARTISTA MARIA GRAZIA MARNIGA ( Marnì )

-clicca per ingrandire
 

Glicine

 
   
   

Ha da sempre interesse per il disegno e la pittura. Segue corsi d’arte  con vari Maestri:

Ama spaziare tra varie tecniche e temi: dal paesaggio, alla natura morta, ai ritratti.

Dal 2008 espone le proprie opere nel complesso monumentale di S. Pietro in Lamosa

 

Ha partecipato a varie collettive:

Itinerante “Artedonna” 2009 e2010”

“Acquerellando” (S.Zeno Naviglio 2010)

“ Energia dell’anima” (Fano 2010)

Cromatismi e trasparenze  (Padova 2011)

“Itineranteart” (Roma 2011)

“Contempray languages” (Brussels  2011)

“Il bello delle donne” (Bologna  2011)

“I gesti ed i moti dell’animo” (Roma 2011)

“Bastardi di Razza” (Bologna 2011)

“Emozioni di colore “(S.Zeno naviglio 2012)

Pieve di Urago Mella  (settembre2013)

Ars Nova (Pescara 2014)

Sognando la città eterna  (Torino 2014)

Live EXPO “Flyer art gallery”  (Milano Roma  2015)

Manerba (2016 )

Salò (2017)

“Immagini, luci, colori” Galleria Art Time Udine 2019

Premio della critica Concorso comune  di Provaglio 2008

Finalista ”Premio “Nocivelli” 2011

Segnalazione della critica  “Premio Prestini” 2013

 

 

 Ha esposto nei Musei bresciani:

Piccolo Miglio 2009, Diocesano e delle Millemiglia 2014

 

 DICONO DI LEI:

“L’artista  è in grado  di  controllare in maniera davvero ragguardevole  lo svolgersi delle tinte  all’interno  dell’immagine che intende raffigurare, offrendone una visione  che, spesso, si anima mediante una notazione lirica veramente importante e suggestiva .

 Quella di Marniga è una sorta di prossimità affettiva nei confronti di tutto ciò che compone “L’universo verde” , che viene sondato secondo il segno e il colore, offrendone mille sfumature nelle quali è facile e gradevole perdersi ad libitum..

Nel caso dell’artista , la solitudine espressa nelle sue opere diventa occasione per assaporare, lontano dal frastuono metropolitano , profumi e sapori dell’aria antica, da recuperare e riprendere senza mai stancarsi. L’artista ama dipingere anche figure: ne escono ritratti ben equilibrati ed espressivi”.

Dott. Simone Fappanni (Critico )

 

“nei dipinti di Maria Grazia Marniga, si trova tutta la sua magia, una silenziosa armonia, quell’incanto che la pittrice ritrova in tutte le sue opere e ci induce a soffermarci per osservarle alla maniera del viaggiatore, che stanco del suo andare, si siede quasi senza accorgersene per ascoltare il silenzio…

(Sofia Falzone)