Silvia Rege Cambrin  - Resa

L’ opera vuole essere un auspicio affinché cessi ogni tipo di violenza fisica o psicologica sulla Donna al fine di scongiurare l’umiliante annientamento e la dolorosa mortificazione a cui è stata ed è ancora sottoposta.

Il Guerriero per eccellenza, Ares, archetipo del maschile prevaricatore, bellicoso e aggressivo arretra deponendo gli armamenti mentre il Cuore femminile, simbolicamente rappresentato dai petali di rosa, incede al passo armonico del proprio battito.

 
Olio su tela  / 100 x 70 / 2018
 Pagina Artista  / 
elicriso@ica-net.it  / www.silviaregecambrin.it / 335-298696